Portico del Parente


 

 

     

 

Nella Loggia del Parente, ove sono adunate le più fiere specie di Michelangelo
[Libro segreto]

Il Portico è un ambiente antistante i Giardini privati della Prioria, la casa del Vate, che ai tempi di d’Annunzio veniva utilizzato d’estate, opportunamente allestito con tappeti e mobili, come luogo conviviale all’aperto. D’Annunzio era solito prendere qui le sue colazioni. E’ intitolato a Michelangelo, il “parente” appunto, a cui il Poeta si sentiva legato da profonda affinità. Lo spazio è impreziosito da frammenti, iscrizioni, stemmi, testine in terracotta, sculture e un lavabo monastico tardo quattrocentesco. Un enorme calco in gesso del Torso del Belvedere e un busto di Michelangelo opera di Napoleone Martinuzzi rendono omaggio all’artista. Numerosi affreschi del celebre pittore e scenografo Guido Marussig decorano inoltre le pareti del Portico, impreziosendo ulteriormente l’ambiente.

 

Clicca qui per scaricare la Scheda Tecnica

Clicca qui per scaricare la Planimetria