Il Canile


Il Canile

La stagione dura incomincia.
Il Canile non è finito; e i miei cani soffrono. Non è possibile che il Caldeo non se ne affligga. Bisogna, bisogna, bisogna che fra tre o quattro giorni il Canile possa accogliere i cani. Perché questo sia, sono disposto a qualunque eccesso.
[lettera a Gian Carlo Maroni]

 

D’Annunzio, da sempre amante dei cani, specialmente dei levrieri, ha realizzato all’interno del complesso monumentale un’area a loro dedicata, nelle vicinanze della Prioria.

“Ti supplico di affrettare i lavori del canile […] Bisogna che i cani abbiano il ricovero […] Bisogna bisogna bisogna” (Lettera di Gabriele d’Annunzio a Gian Carlo Maroni, 1930).
Come si legge nella lettera di d’Annunzio al suo architetto il canile è stato ardentemente voluto dal Poeta e oggi, dopo anni di abbandono, è stato completamente ristrutturato e inserito nel percorso di visita del parco del Vittoriale.

Il canile, adiacente la Prioria, può anche essere utilizzato per eventi e manifestazioni.

 

 

 

Clicca qui per scaricare la Scheda Tecnica

Clicca qui per scaricare la Planimetria